Costruire insieme il futuro, ufficializzando la variante della VF Monte Mario-Monte dei Ciocci

Di seguito il piacere di condividere l'estratto della lettera che abbiamo spedito all'on. Sindaca di Roma Capitale, in merito all'ufficializzazione della variante alla via Francigena Monte Mario - Monte dei Ciocci (pista ciclo-perdonabile):

"Formalmente Il tutto inizia il 12 luglio del 2018 quando siamo stati ascoltati in audizione dalla Commissione Turismo del Municipio Roma XVI, per la presentazione della proposta di istituzione di una variante al percorso della via Francigena, passante per la pista ciclopedonale Monte Mario - Monte dei Ciocci. L’idea nata dal pellegrino Stefano Cardarelli e supportato dal presidente di AVV, Marco Petrelli, è stata pensata a seguito di una serie di considerazioni, confutate anche dall'esperienza di altri pellegrini che giornalmente percorrono la via, ovvero:

  1. Camminare su di un percorso in totale sicurezza;
  2. Evitare il più possibile il contatto con il traffico veicolare;
  3. In caso di emergenza avere a disposizione una serie di alternative come le tre fermate ferroviarie della FR3;
  4. Presenza di punti ristoro ed abbeveramento;
  5. Godere dell’estetica del paesaggio rurale urbano.

L’impegno del Municipio XIV, alla quale va tutto il nostro ringraziamento, è stato davvero lodevole, tanto da supportare e collaborare, tra cui alcuni componenti istituzionali in modo attivo, alle varie iniziative che ne sono susseguite.

Ma la variante per essere ufficializzata deve essere approvata con documento ufficiale da parte della Giunta di Roma Capitale. Il primo passo è stato fatto il 7 maggio del 2019, grazie alla consigliera dell’Assemblea Capitolina Carola Penna, quando è stata approvata la mozione n. 43, nella quale la stessa Assemblea impegnava “la Sindaca e la Giunta ad integrare il percorso della Via Francigena Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa, così come definito dalla deliberazione di Giunta Capitolina n. 41 del 27 febbraio 2015, prevedendo un ulteriore tracciato denominato Variante Santa Maria della Pietà-Monte Ciocci (pista ciclo-pedonale Monte Mario)”. 
Nel giugno del 2019 con vari rappresentanti istituzionali locali e non, abbiamo idealmente inaugurato la variante e nel dicembre 2019 abbiamo avuto l’onore della Sua presenza per salutare ed accogliere l’atleta Andrea Devincenzi.

Siamo arrivati al 2021 e l’iter di approvazione della variante da parte della Giunta Capitolina non è stata ancora formalizzata. Siamo ben consci delle gravi conseguenze causate dalla pandemia, che nell’anno passato ha bloccato gran parte delle attività istituzionali a fronte di più gravi emergenze. Quindi lungi da noi fare o prestarsi a critiche strumentali, ma vogliamo continuare a lavorare con le istituzioni con quello spirito collaborativo che fino ad oggi ci ha contraddistinto.

Guardando al futuro, siamo sicuri che presto torneremo a camminare insieme e rivedremo nuovamente i pellegrini di tutto il mondo percorrere la Via, ma in attesa di questo dobbiamo però costruire insieme il presente e sarebbe bello che questo possa passare anche tramite la formalizzazione di questa nostra idea. Siamo sicuri che in questo modo si dimostrerà la nostra città e la sua comunità possono insieme contribuire al benessere delle generazioni future, e dall’altra veder realizzare i valori della Francigena che continua ad essere esempio di unità, integrazione, partecipazione e valorizzazione del territorio".

Gennaio 2021